Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via Stalingrado

Il Comune ai commercianti di Cinisello: «Nessuna rata unica per pagamento Tari»

Dagli uffici: «Infondata la notizia che parla di una differenza tra attività commerciali e privati cittadini nelle modalità di pagamento della Tari. I commercianti si potranno comportare come tutti gli altri cittadini e nella medesima modalità degli anni precedenti

Dopo una notizia diffusa sul quotidiano il Giorno a Ferragosto circa le modalità di pagamento della Tari dovuta dai commercianti arriva una secca smentita dagli uffici amministrativi del Comune di Cinisello Balsamo.

Dagli uffici fanno sapere: «Infondata la notizia che parlava di una differenza tra attività commerciali e privati cittadini nelle modalità di pagamento della Tari. I commercianti di Cinisello Balsamo, così come tutti gli altri cittadini e nella medesima modalità degli anni precedenti, hanno ricevuto la bolletta TARI a marzo 2017 con la possibilità di rateizzazione in tre scadenze: l'acconto da pagarsi entro il 31 marzo, la prima rata del saldo entro il 30 giugno e l'ultima rata di saldo entro il 30 settembre».

Le smentite continuano: «Nel Comune di Cinisello Balsamo in località Crocetta non vi sono pasticcerie che devono pagare 8.000 euro all'anno e non è veritiero affermare che non esistano possibilità di rateizzazione (il riferimento qui è ad Andrea Iannantuono della pasticceria Andrea Bakery di via Stalingrado, ndr)».

E ancora: «La Tassa Rifiuti, che deve essere correttamente corrisposta per pagare il servizio ricevuto, è calcolata in maniera equa secondo le disposizioni del Dpr 158/99 e delle deliberazioni del consiglio comunale N.11 del 02/03/2017 e N.14 del 28/04/2016».

Gli uffici spiegano: «Grazie all'attività di controllo dell'amministrazione comunale, volta a favorire sia le utenze domestiche e non domestiche (attività produttive e commerciali) le tariffe applicate sono più basse di quelle dei Comuni limitrofi e nel 2017 sono state oltremodo abbattute del 5%, rispetto alla stessa cifra dell'anno precedente».

In ultima analisi: «Negli ultimi due anni il costo del servizio di raccolta rifiuti è diminuito di oltre un milione di euro. Occorre però anche evidenziare che il mancato o ritardato versamento del tributo danneggia chi paga regolarmente, perché le inadempienze vanno a gravare sul piano finanziario complessivo e sulle tariffe; pertanto a tutela e a garanzia di chi lavora e contribuisce correttamente alla collettività è stata organizzata un'intensa attività volta ad accertare le situazioni di inadempienza».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune ai commercianti di Cinisello: «Nessuna rata unica per pagamento Tari»

MilanoToday è in caricamento