Cinisello Balsamo Via XXV Aprile

Solidarietà a Trezzi dopo augurio di essere stuprata: «Sono incazzata, ma non abbattuta»

La prima cittadina di Cinisello Balsamo spiega: «Per prima cosa vorrei ringraziare di cuore le centinaia di persone che mi stanno scrivendo per manifestare la loro solidarietà e vicinanza dopo che ho postato il commento in cui mi si augurava di essere stuprata»

Il sindaco cinisellese Siria Trezzi

Dopo lo sfogo "social" da parte del sindaco di Cinisello Balsamo Siria Trezzi, a seguito dei gravi insulti sessisti ricevuti su Facebook, sono arrivate centinaia di dichiarazioni di solidarietà dal web e non solo.

E' la stessa prima cittadina cinisellese a dichiarare: «Per prima cosa vorrei ringraziare di cuore le centinaia di persone che mi stanno scrivendo per manifestare la loro solidarietà e vicinanza dopo che ho postato il commento in cui mi si augurava di essere stuprata».

Prosegue Trezzi: «Vi assicuro che non mi aspettavo una simile reazione, ma vi assicuro anche che non ero abbattuta, bensì incazzata, determinata nel voler proseguire il nostro impegno di lungo corso, fatto di progetti, impegno, servizi sul nostro territorio, contro la violenza sulle donne, contro le discriminazioni razziali e di genere».

Trezzi, a seguito di un post nei suoi confronti in cui le si augurava di venire violentata da una persona di colore, ha denunciato la cosa prima su Facebook e poi dando il là alle vie legali, raccontando che «è già successo altre volte in precedenza, ma questa volta non voglio più far finta di nulla».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Solidarietà a Trezzi dopo augurio di essere stuprata: «Sono incazzata, ma non abbattuta»

MilanoToday è in caricamento