rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Viale Fulvio Testi

Sparatoria su Fulvio Testi, il racconto dei romeni non convince

Gli inquirenti pensano a una resa dei conti o a una vendetta come spiegazione della sparatoria di Cinisello Balsamo

Gli inquirenti pensano a una resa dei conti o a una vendetta come spiegazione della sparatoria avvenuta nella notte tra martedì 10 giugno e mercoledì 11 giugno su viale Fulvio Testi a Cinisello Balsamo.

I colpi di arma da fuoco non hanno ferito in modo grave i due romeni di 27 anni che si sono poi recati all’ospedale Niguarda per essere curati a gambe (tre proiettili) e a una spalla (un proiettile).

La sparatoria, dai racconti dei due, sarebbe scaturita da un diverbio per motivi futili con uno sconosciuto, anche lui straniero, vicino a un chiosco notturno nel quartiere Crocetta.

Gli inquirenti sono sulle tracce di chi ha sparato, che dovrebbe essere un uomo di massimo 30 anni, forse albanese. Ma sul racconto dei due, già noti alle forze dell’ordine per furti e ricettazione, permangono molti dubbi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatoria su Fulvio Testi, il racconto dei romeni non convince

MilanoToday è in caricamento