Cinisello Balsamo Via XXV Aprile

Rifugiato si toglie la vita a Cusano, cordoglio di Cinisello per un "nostro residente"

Un rifugiato curdo di nazionalità turca, di 27 anni (F.M.), si è suicidato martedì 4 luglio impiccandosi in un parco pubblico. L'uomo era residente a Cinisello Balsamo e l'amministrazione comunale ci tiene a lanciare un messaggio di cordoglio: "Aveva sottoscritto un rimpatrio assistito, ora rimpatrieremo la sua bara"

Il dramma dei rifugiati continua, questo suicidio riporta ancora una volta alla ribalta la problematica

Un rifugiato curdo di nazionalità turca, di 27 anni (F.M.), si è suicidato martedì 4 luglio impiccandosi in un parco pubblico a Cusano Milanino. L'uomo era residente a Cinisello Balsamo e l'amministrazione comunale ci tiene a lanciare un messaggio di cordoglio.

Così il comunicato del Comune: "La sua vita è stata segnata da traumi profondi, da guerra e, nonostante la presa in carico da parte del laboratorio etnopsichiatrico all'interno del CPS del nostro territorio (ha come focus proprio la cura di disturbi post traumatici in seguito alle situazioni drammatiche e ai viaggi estenuanti dei richiedenti asilo) e gli interventi di sostegno anche da parte dei nostri servizi non è riuscito a superare la profonda crisi esistenziale e il trauma causato dalla guerra che ha attraversato la sua permanenza in Italia in bilico tra i ricordi tragici e la fatica di integrarsi nella nuova realtà".

E ancora: "Aveva sottoscritto un rimpatrio assistito, affrontando di nuovo una situazione difficile forse con la estrema speranza di trovare un'identità. Ora rimpatrieremo la bara".

Chiudono dall'amministrazione comunale: "Crediamo che di fronte a una sofferenza cosi intensa un moto di cordoglio debba scattare, se non altro per congedarci da chi anche per poco è stato un nostro cittadino".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifugiato si toglie la vita a Cusano, cordoglio di Cinisello per un "nostro residente"

MilanoToday è in caricamento