rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

Trezzi: «Carta di Pisa sottoscritta, diffondiamo cultura della legalità»

La giunta di Cinisello Balsamo guidata dal sindaco Siria Trezzi annuncia la sottoscrizione della "carta di Pisa" che verrà nelle prossime settimane presentata per l'adozione anche in consiglio comunale

La giunta di Cinisello Balsamo guidata dal sindaco Siria Trezzi ha sottoscritto “la carta di Pisa” (che tanto ha fatto discutere nei mesi scorsi) che verrà nelle prossime settimane presentata per l’adozione anche in consiglio comunale (ma già arrivano nuove polemiche).

Il documento etico, destinato agli amministratori, contiene specifiche regole di condotta e di comportamento finalizzate a rafforzare la trasparenza e la legalità all’interno delle istituzioni pubbliche ed è il frutto di un lavoro di confronto tra amministratori locali, magistrati e giuristi.

Sede del gruppo di lavoro è stata la città di Pisa, per questa ragione il codice è stato battezzato come “Carta di Pisa”.

Così il sindaco Trezzi: «Non si deve e non si può ridurre l’azione di contrasto alla corruzione a un semplice adempimento di norme: occorre affrontare il problema con sistematicità».

Ancora il sindaco: «Attraverso un vademecum di indicazioni precise e concrete e una formazione continua, ci proponiamo di diffondere la “cultura della legalità” sia ai livelli politici e burocratico-amministrativi, sia a livello di società civile in tutte le sue articolazioni».

L’adozione della carta di Pisa, tra gli obiettivi del piano di mandato, rientra nelle diverse attività di prevenzione della corruzione e per la diffusione di una “Cultura della Legalità” intraprese dall’amministrazione comunale cinisellese. 

Sono stati, infatti, già approvati il “Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione” e il “Piano della Trasparenza e Integrità”, consultabili sul sito istituzionale.

Inoltre, è stato adottato il “Codice di Comportamento” dei dipendenti del Comune di Cinisello Balsamo con il coinvolgimento degli stessi. Periodicamente si organizzano anche specifici incontri di formazione per i dipendenti e la cittadinanza.

Gli incontri che si sono già svolti hanno visto la presenza di autorevoli relatori come Piercamillo Davigo, magistrato e consigliere presso la Corte di Cassazione, e Walter Mapelli, magistrato e sostituto procuratore della Repubblica in Monza.

Il prossimo appuntamento è previsto per il 2 dicembre con Alberto Vannucci, professore Associato del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Pisa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trezzi: «Carta di Pisa sottoscritta, diffondiamo cultura della legalità»

MilanoToday è in caricamento