Giovedì, 29 Luglio 2021
Cinisello Balsamo Via XXV Aprile

Trezzi pubblica su Facebook un attacco sessista da lei subito: «Giusto denunciare chi usa termini violenti contro le donne»

La prima cittadina cinisellese spiega: «Credo che sia giusto e doveroso denunciare chi usa termini di tale violenza contro le donne, oppure razzisti, sessisti, omofobi, perché è ora di porre un argine alla deriva a cui alle volte si assiste da parte di certi individui»

Il sindaco Siria Trezzi

Il sindaco Siria Trezzi si sfoga su Facebook dopo avere letto un grave insulto che le è stato rivolto proprio tramite social network, mettendo peraltro lo screen-shot dell'insulto sessista del cittadino cinisellese e dando adito al proprio legale per avviare una denuncia.

Così il sindaco cinisellese: «E’ già successo altre volte in precedenza, ma questa volta non voglio più fare finta di nulla. Ho deciso dunque di pubblicare dalla mia pagina il commento (ora rimosso) di questa persona che, commentando un post dedicato all’accoglienza a Cinisello Balsamo, si augura che io venga violentata».

denuncia siria trezzi post facebook-2

Il post continua: «Si può essere in disaccordo con le scelte politiche e amministrative, avere visioni diverse della società, ma sono convinta che ci siano dei limiti che non debbano essere oltrepassati e ho deciso di procedere anche in sede legale».

Chiude Trezzi: «Credo che sia giusto e doveroso denunciare chi usa termini di tale violenza contro le donne, oppure razzisti, sessisti, omofobi, perché è ora di porre un argine alla deriva a cui alle volte si assiste da parte di certi individui, dai social network fino alle azioni reali».

Massima la solidarietà arrivata dai cittadini al sindaco Trezzi, così che da tutte le parti politiche. Il gesto del sindaco, così quello di tante altre donne che subiscono gravi insulti sui social, è sicuramente un atto da elogiare.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trezzi pubblica su Facebook un attacco sessista da lei subito: «Giusto denunciare chi usa termini violenti contro le donne»

MilanoToday è in caricamento