rotate-mobile
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / piazza soncino 3

Trezzi sull'inchiesta "clan Laudiani": «Nessuna istanza in Comune su Villa Casati Stampa»

A seguito dell'inchiesta della procura milanese su infiltrazioni mafiose in Lombardia e in Sicilia a opera del clan catanese dei Laudiani, il sindaco di Cinisello Balsamo Siria Trezzi ha inteso fare alcune precisazioni in merito a Villa Casati Stampa

A seguito dell'inchiesta della procura milanese su infiltrazioni mafiose in Lombardia e in Sicilia a opera del clan catanese dei Laudiani, il sindaco di Cinisello Balsamo Siria Trezzi ha inteso fare alcune precisazioni in merito a Villa Casati Stampa, la sede di Balsamo dei Paolini in piazza Soncino 3.

Così la prima cittadina cinisellese: «L'edificio storico di proprietà della società San Paolo presente a Cinisello Balsamo, più volte citato in questi giorni dalla stampa, non è interessato da progetti di riqualificazione».

Dalle carte dell'inchiesta emerge il tentativo di trasformare l'area della Villa in un centro sportivo con campi da tennis e aree adibiti a parco giochi.

Il clan catanese, sempre secondo le carte, voleva portare avanti questa operazione tramite l'intermediario Antonio Di Lauro, consigliere comunale cinisellese che avrebbe dovuto dialogare con l'assessore comunale competente.

Ma Trezzi specifica: «Presso l'ufficio urbanistica del Comune di Cinisello Balsamo non è stata depositata nessuna istanza; né al sindaco né alla giunta è mai stata presentata alcuna proposta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trezzi sull'inchiesta "clan Laudiani": «Nessuna istanza in Comune su Villa Casati Stampa»

MilanoToday è in caricamento