rotate-mobile
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

Trezzi indagata: "Non conosco i fatti, addolorata, ma non ho nulla da nascondere"

La prima cittadina cinisellese dopo la notizia dell'indagine in corso: "Non ho nulla da nascondere: ho sempre fatto scelte nell'interesse della città e sono quindi tranquilla. Nel frattempo ho nominato un avvocato che depositerà oggi stesso la nomina"

Il sindaco di Cinisello Balsamo e suo marito sono indagati e la guardia di finanza nella mattinata di giovedì 3 novembre si è presentata alle porte del Comune.

La diretta interessata ci tiene a precisare: "Ho appreso dai giornali la notizia, non ho ricevuto nessuna comunicazione ufficiale dalla Procura. Al momento non conosco neppure i fatti che sarebbero oggetto di contestazione".

Prosegue il sindaco Siria Trezzi: "Le uniche informazioni che avevo erano relative a un procedimento in qualche modo connesso al fallimento del Pala-K. La scorsa settimana, infatti, a seguito della richiesta di una pratica assicurativa legata alle attività amministrative, sono venuta a sapere del tutto casualmente che c’erano delle indagini in corso, ritengo come atto dovuto”.

La prima cittadina si dice rammaricata per la notizia: “Sono addolorata e sorpresa. Non ho nulla da nascondere: ho sempre fatto scelte nell’interesse della città e sono quindi tranquilla sotto ogni punto di vista. Nel frattempo ho nominato un avvocato che depositerà oggi stesso la nomina".

Chiude Trezzi: "Ho piena fiducia nel lavoro della magistratura che spero possa, con l’aiuto e la piena disponibilità degli uffici comunali, espletare le indagini e fare il suo lavoro. Sia io che gli uffici siamo disponibili alla massima collaborazione perché è anche nostro interesse che si faccia chiarezza al più presto. Ringrazio tutti i coloro che in queste ore mi stanno facendo pervenire il loro sostegno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trezzi indagata: "Non conosco i fatti, addolorata, ma non ho nulla da nascondere"

MilanoToday è in caricamento