Cinisello Balsamo Via Frova, 10

Trezzi: «Voto Schulz, Sel mi ha deluso». Ora il grande passo al Pd?

Non è una novità il flirt nascente tra il sindaco Siria Trezzi e il PD, ma quello che si sta manifestando negli ultimi giorni è un sempre più netto distacco da Sel. Ecco le sue ultime dichiarazioni

Siria Trezzi allo stesso tavolo di Alessia Mosca

Non è una novità dell'ultima ora il flirt nascente tra il sindaco Siria Trezzi e il Partito Democratico, ma quello che si sta manifestando negli ultimi giorni è un sempre più netto distacco da Sel.

L'ultimo abboccamento è stata la decisione di votare Martin Schulz invece di sottoscrivere la scelta partitica di Sel di appoggiare l'Altra Europa di Tsipras. Inoltre ha annunciato di non avere rinnovato la tessera di Sel e di essersi presa del tempo per riflettere, non escludendo di passare tra le fila del Pd.

Il sindaco Siria Trezzi martedì 22 aprile è stata ospite del convegno del Pd a Villa Ghirlanda con la candidata alle Europee Alessia Mosca e ha commentato: «L'occasione è stata utile per chiarire le motivazioni per cui alle prossime elezioni del 25 maggio voterò PSE, Partito Socialista Europeo».

E continua: «Credo infatti che le elezioni europee siano un'occasione troppo ricca di significato e opportunità per presentarsi all'appuntamento indecisi, impreparati o divisi. Per questo desidero prendere pubblicamente una posizione chiara e determinata a sostegno del progetto politico che, sulla base di una riflessione che voglio qui condividere e sulla base della mia storia politica, vedo come il più affidabile e concreto».

Ancora Trezzi: «Per indirizzare l'Europa verso un futuro sostenibile e di valore, non bastano i soli principi enunciati nei programmi o strillati come slogan elettorali; servono invece il senso di responsabilità e la capacità mediatoria per trasformare in provvedimenti legislativi le proprie linee di programma».

Approfondisce Trezzi: «Ecco perché, nella mia visione, solo un partito di tradizione robusta e consolidata come il PSE è la sola forza che possa offrire molte più opportunità di affermazione alle idee e ai progetti di governance trasformativa del nostro Continente».

Chiude Trezzi: «Quando sono stata eletta sindaco di Cinisello Balsamo, quasi un anno fa, ho fatto appello alla libertà di scelta degli elettori, affinché decidessero chi votare prima di tutto sulla base dei programmi e dell'affidabilità delle persone, e solo in secondo luogo tenendo conto degli schieramenti politici di appartenenza. È una prospettiva che ribadisco anche di fronte a un appuntamento elettorale ben più importante, come quello delle europee».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trezzi: «Voto Schulz, Sel mi ha deluso». Ora il grande passo al Pd?

MilanoToday è in caricamento