rotate-mobile
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via de Vizzi

Il tunnel delle polemiche, la colpa di chi è? Robecco: “Pronti alla guerra"

Dopo la "grande opera" niente è cambiato, è stata soltanto un "prima" sfortunata o ci sono delle responsabilità dietro? C'è chi incolpa gli incidenti, chi i cantieri e chi invece il semaforo di via De Vizzi

Per ora è una vittoria di Pirro quella degli abitanti del quartiere Robecco di Cinisello Balsamo che sfogano, sulla loro pagina Facebook, il rancore verso quello che sta accadendo in questi giorni al tunnel di viale Lombardia e al semaforo di via De Vizzi. Ma non sono soltanto loro a lamentarsi, ma anche tutti gli automobilisti-pendolari rimasti a lungo in coda (sia in mattinata, che in tardo pomeriggio) dopo il varo del nuovo tunnel da 330 milioni di euro.

Traffico quindi, con la sola differenza che, rispetto a qualche giorno fa, ora le macchine sono ferme nel tunnel, non più in superficie. E' il fallimento della grande opera? Anas si lecca le ferite e precisa che nell'ora di punta si sono verificati due incidenti (sull'autostrada A4 in direzione Torino e sulla Strada provinciale 5 a Cinisello in zona Fulvio Testi). Sarebbero queste le cause dei rallentamenti che si sono poi diffusi fino alle Statale 36.

C'è da aggiungere che la "grande opera" della viabilità appena entrata in funzione ha bisogno da una parte di un periodo di rodaggio, dall'altra che i lavori siano totalmente terminati. Quest'ultima cosa non è di poco conto visto che la strettoia (che è provvisoria) in uscita del tunnel provoca un tappo e che il semaforo pedonale di zona Robecco (accusato anch'esso come concausa dei rallentamenti) dovrà restare lì ancora per almeno 20 giorni prima di essere sostituito dalla sottovia del quartiere.

Intanto il Comitato Robecco insorge: «Dovevamo immaginare che il semaforo veniva accusato di aver provocato code di 20 minuti. Ma come si fa a pensare questo di un semaforo pedonale a chiamata che dura 40 secondi per corsia?».

Continuano: «E' vergognoso che si dia la colpa al semaforo e non al restringimento da 3 a 2 corsie». Ancora: «Non siamo i più stupidi, non siamo Monza, né il comitato di San Fruttuoso, noi dobbiamo accettare passivamente le porcherie mentre i nostri confinanti hanno giardini e meraviglie. Basta siamo stufi, adesso inizia veramente la guerra». Infine l'ultima stoccata ad Anas e Impregilo: «Hanno intascato il premio di 10 milioni di euro che il caro assessore Cattaneo aveva messo in bilancio nella scorsa legislatura per far sì che i lavori finissero con ben 2 anni di ritardo! Perché queste cose non le dice nessuno?». Il cittadino Peppino Marchese scrive sul forum del Comitato: «Giuro che scendo in strada e mi sdraio sull'asfalto, […] così lo faccio diventare un caso nazionale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tunnel delle polemiche, la colpa di chi è? Robecco: “Pronti alla guerra"

MilanoToday è in caricamento