rotate-mobile
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via I Maggio

UniAbita celebra il centenario della morte di Matteotti con tre eventi

UniAbita dedica il mese di giugno a Giacomo Matteotti per ricordare una figura cruciale nella storia politica e sociale italiana attraverso uno spettacolo teatrale, una mostra e la presentazione di un libro a lui dedicato

UniAbita dedica il mese di giugno a Giacomo Matteotti per ricordare una figura cruciale nella storia politica e sociale italiana attraverso uno spettacolo teatrale, una mostra e la presentazione di un libro a lui dedicato che si terranno tra Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni.

Giacomo Matteotti era un politico, un giornalista e un antifascista. Ma è stato anche una figura di spicco della storia italiana che ha dato un fondamentale contributo al mondo della cooperazione.

Deputato socialista, Matteotti dedicò la sua vita alla lotta per i diritti dei lavoratori e per una società più giusta ed equa.

La sua visione della cooperazione era radicata in valori di solidarietà, mutualismo e partecipazione democratica, principi che continuano a ispirare il movimento cooperativo moderno.

Letizia Villa, vice presidente di UniAbita spiega: «In occasione del centenario della morte, UniAbita desidera rendere omaggio con diverse iniziative a Giacomo Matteotti, segretario del Partito Socialista di Turati e Pertini, cui la cooperativa ha intitolato il luogo preposto alla socialità e alle iniziative culturali».

Villa continua: «Figura centrale per la nostra storia del '900, Matteotti è stato uno dei padri della nostra democrazia per la quale ha dato la vita dopo aver denunciato i brogli elettorali e le violenze dei fascisti nel 1924».

Poi aggiunge: «Così facendo dimostrò come i regimi hanno terrore del confronto, fino a uccidere e a seppellire con la vittima anche il dovere di replica».

Villa prosegue: «L'insegnamento di Matteotti ci sprona ad avere particolare cura della nostra Repubblica».

Fu proprio ispirandosi alla figura di Matteotti che il 21 maggio del 1949 a Cinisello Balsamo nacque la cooperativa di Consumo “G. Matteotti”, oggi una delle componenti della ricca storia di UniAbita.

E a Matteotti è dedicato il salone della cooperazione in via I Maggio a Cinisello Balsamo in cui, ancora oggi, la cooperativa tiene eventi istituzionali ed eventi culturali aperti ai soci e alla cittadinanza.

Matteotti vedeva nelle cooperative uno strumento essenziale per migliorare le condizioni di vita delle classi lavoratrici, promuovendo un'economia basata sulla condivisione e sulla giustizia sociale.

La sua attività politica mirava a raggiungere la costruzione di una società dove il benessere collettivo fosse prioritario rispetto al profitto individuale.

Tre sono gli appuntamenti in calendario. Si parte il 7 giugno alle 20.45 al salone Matteotti con lo spettacolo teatrale "Giacomo. Un intervento d'arte drammatica in ambito politico" a cura di teatro dei Borgia Impresa Sociale. Una serata organizzata in collaborazione con ANPI Cinisello Balsamo, che prenderà il via con l’intervento di Matteo Bugamelli, pronipote di Giacomo Matteotti.

Il 10 giugno dalle 16 alle 20, sempre al salone Matteotti, sarà possibile visitare la mostra "Voci di giustizia. L'assassinio di Giacomo Matteotti", una raccolta di estratti di giornali e documenti originali sugli avvenimenti del 1924 e degli anni a venire, fino al ritorno della democrazia in Italia.

L’ideazione e l’allestimento della mostra sono a cura dell’associazione Ludovico Di Breme.

Infine, il 13 giugno alle ore 20.45 all'auditorium BCC di Sesto San Giovanni si terrà la presentazione del libro "Giacomo Matteotti. L'Italia migliore" una biografia completa e aggiornata di un politico scomodo, dai suoi esordi nel Polesine fino al suo tragico epilogo, per analizzarne il pensiero e la statura morale, andando oltre la sterile celebrazione del martire.

Ne parleranno l’autore e deputato Federico Fornaro, il segretario generale SPI CGIL Milano Bonini Massimo e la docente e membro del direttivo Anpi Sesto San Giovanni ed Elaria Boidini.

Villa conclude: «Questa rassegna non è solo un momento di ricordo, ma anche un'occasione per riaffermare l'importanza dei valori cooperativi di giustizia sociale, solidarietà e partecipazione collettiva, valori per i quali Giacomo Matteotti ha sacrificato la propria vita. Celebrando la sua figura, ci si impegna a continuare la sua lotta per una società più equa e democratica».

Tutti gli eventi sono a ingresso libero e gratuiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

UniAbita celebra il centenario della morte di Matteotti con tre eventi

MilanoToday è in caricamento