rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via Alberto da Giussano

Sant'Eusebio, uomo gambizzato, è regolamento di conti per droga?

Sul caso stanno indagando i carabinieri di Cinisello Balsamo e quelli di Sesto San Giovanni: per ora tutte le piste sono aperte, ma quella di vendetta criminale per fatti di droga sembra la più probabile

Emergono dettagli sulla drammatica vicenda avvenuta nella serata di lunedì 24 novembre quando un marocchino di 36 anni è stato gambizzato poco dopo le 18 nel quartiere Sant’Eusebio.

L’uomo è stato colpito da ben quattro proiettili mentre stava aspettando il bus alla fermata in via Alberto da Giussano.

I proiettili l’hanno raggiunto a entrambe le gambe e sono stati sparati da due uomini apparsi a bordo di una moto che si è poi volatilizzata.

Un chiaro modus operandi di stampo criminale, un avvertimento in piena regola con un attentato volto a ferire, non a uccidere.

Sul caso stanno indagando i carabinieri di Cinisello Balsamo e quelli di Sesto San Giovanni: per ora tutte le piste sono aperte, ma quella di vendetta criminale per fatti di droga sembra la più probabile.

L’uomo ora è ricoverato all’ospedale Niguarda di Milano, ma le sue condizioni non destano preoccupazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sant'Eusebio, uomo gambizzato, è regolamento di conti per droga?

MilanoToday è in caricamento