menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Daniela Gasparini, ex sindaco di Cinisello

Daniela Gasparini, ex sindaco di Cinisello

Delegazione di parlamentari al MuFoCo, sarà museo nazionale?

Nel pomeriggio del 22 novembre una delegazione composta dagli onorevoli Simona Malpezzi, Roberto Rampi, Matteo Mauri e Franco Mirabelli, accompagnati da Daniela Gasparini, si recherà al MuFoCo per conoscerne la realtà

Un altro segnale di attenzione da parte del Parlamento nei confronti del Museo di Fotografia Contemporanea.

Nel pomeriggio di venerdì 22 novembre una delegazione composta dagli onorevoli Simona Malpezzi, Roberto Rampi, entrambi della Commissione Cultura, Matteo Mauri e Franco Mirabelli,  accompagnati da Daniela Gasparini, si recherà  presso la sede museale di villa Ghirlanda Silva per conoscerne la realtà.

Dopo l’approvazione dell’ordine del giorno a favore della realtà cinisellese presentato da Daniela Gasparini, ex primo cittadino e ora parlamentare, a cui si aggiunge l’appello al mondo della cultura milanese sottoscritto da alcuni parlamentari milanesi, ora la visita di una delegazione della Camera dei deputati.

Lo scorso 3 ottobre, in seguito alla conversione in legge del decreto cultura, era stato ottenuto il parere favorevole del ministro Bray e del sottosegretario Borletti Buitoni per l’ordine del giorno che chiedeva di salvaguardare il patrimonio del museo e impegnava il governo a sostenere la sua attività con un contributo economico,  in questa fase di passaggio delle competenze e definizione di prospettive che preced la riorganizzazione della Provincia di Milano (socio della Fondazione Museo di Fotografia Contemporanea insieme al Comune di Cinisello Balsamo). 

In questi giorni si è aggiunto l’appello lanciato dall’associazione "Amici del Museo indirizzato al Ministero dei Beni Culturali", alla Regione Lombardia e al Comune di Milano per chiedere che il Museo venga riconosciuto come museo nazionale e che venga messa a disposizione una sede milanese in vista di Expo 2015.

L’appello, che in pochi giorni ha raggiunto quasi 4.000 firme, è stato sottoscritto da importanti esponenti del mondo della fotografia e della cultura, sia italiani che europei, ma anche da moltissimi cittadini comuni, che hanno frequentato il museo e le sue attività, oltre ad aver ottenuto il sostegno ufficiale di numerosi enti e istituzioni legate al mondo della fotografia.

A fare gli onori di casa ci saranno il sindaco Siria Trezzi e l’assessore alla Cultura Andrea Catania, oltre alla direzione del museo.

La presenza dei parlamentari sarà occasione per far visita anche al Centro Culturale Pertini e alla Civica Scuola di Musica che rappresentano due importanti poli culturali cittadini.

«Questa visita ci fa onore, - dichiara il sindaco Siria Trezzi - rappresenta un’ulteriore conferma del valore del MuFoCo come centro di eccellenza sul territorio italiano. Ci auguriamo che questo interesse possa portare al riconoscimento ufficiale a livello nazionale dell’unica istituzione pubblica dedicata alla fotografia».

«Come sostiene l’appello dei parlamentari milanesi, - aggiunge Andrea Catania -, con la costituzione della Città  Metropolitana, a partire da gennaio 2014, Milano rischia di vedere indebolito il sistema culturale legato alla fotografia. Questa deve essere l’occasione per avviare un percorso di coinvolgimento con altri soggetti istituzionali in collaborazione con la Provincia di Milano».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Coronavirus

Che fine farà lo smart working a Milano dopo la pandemia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento