Giovedì, 24 Giugno 2021
Cologno Via Guzzina

Furti e occupazioni abusive nelle case Aler

Tra giovedì e venerdì sono stati rubati dei materiali elettrici e del rame dagli appartamenti vuoti delle case Aler. Ora il comune sta organizzando un nuovo bando per cercare degli inquilini per i 30 locali vuoti.

Dei 70 appartamenti, 30 sono vuoti

Nell’aprile del 2011 venivano inaugurate le case Aler. Dovevano offrire a 75 famiglie la possibilità di vivere in case popolari. Ma per adesso i residenti sono solo 30. Colpa del bando indetto dalla Regione. Infatti per entrare nelle case di via Guzzina, bisogna pagare un affitto a fondo perduto per 15 anni e versare la caparra. Solo dopo 15 anni la famiglia può comprare la casa.

Il bando già allora andò deserto, e adesso la situazione delle case vuote sta andando degenerando. Infatti, nella notte tra giovedì e venerdì dei ladri sono entrati negli appartamenti vuoti. Hanno portato via materiale elettrico, rame, per un danno di migliaia di euro. Un brutto colpo per l’Aler che inizierà a mettere negli appartamenti delle porte blindate.

Certo il problema si potrebbe risolvere facendo abitare qualcuno nei locali. Ma a questo sembra ci abbiano pensato gli abusivi. Infatti, dopo i furti le forze dell’ordine hanno scoperto che una madre con la propria bimba viveva abusivamente in un appartamento vuoto. Il locale è stato sgombrato e sigillato, mentre la famiglia è dovuta sloggiare.

Ora il comune, per cercare di porre un rimedio a tutti i problemi che dei locali vuoti possono portare, ha indetto un nuovo bando. Riduzione del periodo di
locazione che precede l’acquisto (da 15 a 8 anni), canone di locazione conteggiato per il 70% come acconto sul prezzo di acquisto, caparra confirmatoria pari al 5% dello stesso prezzo. Si spera che questo nuovo concorso porti all’occupazione degli appartamenti ormai vuoti da troppo tempo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti e occupazioni abusive nelle case Aler

MilanoToday è in caricamento