rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Quartiere dei Cigni Cologno Monzese / Via Martin Luther King

"Vi ascolteremo": forse la bici-stazione cambierà

Il sindaco Mario Soldano, dopo un consiglio comunale un pò agitato, ha voluto scusarsi per la mancanza di comunicazione sulla questione degli alberi.

Il taglio dei quattro alberi nel quartiere dei cigni non è proprio piaciuto ai residenti che per protestare si sono presentati al consiglio comunale. I posti a sedere non bastavano, così molti sono rimasti in piedi riempiendo completamente l’aula. Volevano farsi sentire e avere delle risposte, così continuavano a far svolazzare i loro manifesti di protesta. Il presidente del consiglio, Isidoro Volpe ha voluto allora dare precedenza alle interpellanze presentate dai vari gruppi politici sulla questione. Il capogruppo del Pdl Salvatore Capodici ha letto la propria, come testimonianza di tutte le altre.

Poi la parola è passata al sindaco Mario Soldano. Il primo cittadino ha affermato come il progetto della bici stazione era già stato approvato dal suo predecessore Antonio Velluto. Inoltre gli alberi abbattuti erano stati esaminati dallo studio agronomo Pandini, che ne aveva consigliato l’abbattimento poiché infestate. Ma il comitato non ne vuole sapere. "La bici stazione lì non la vogliamo" sono le parole che continuavano a risuonare per l’aula. La discussione è stata, poi, rimandata al giorno dopo per un tavolo tecnico.

A quest’ultimo era presente quasi tutta la giunta, i rappresentanti dell’opposizione, il sindaco e l’architetto del progetto Danilo Bettoni. Dall’altra parte, invece, c’erano Enrico Olmari, presidente del comitato per la salvaguardia degli alberi, e una folta rappresentanza dei residenti del quartiere. L’amministrazione ha voluto precisare come il progetto preveda una struttura in compensato che funga da luogo di riparazione e affitto delle bici e un bar. Ma gli abitanti del quartiere non desiderano affatto un bar che "attira di tutto", nè “una struttura che impedisce il passaggio alle mille persone che ogni giorno transitano in quel tratto”.

Hanno proposto altri spazi, come a Cologno centro, dove è possibile costruire la struttura. Il sindaco ha allora rassicurato affermando che prenderà in considerazione tutti i reclami e le richieste fin dove sarà possibile. Si è, anche, rammaricato di come ci fosse stata una totale mancanza di comunicazione tra l’amministrazione e i cittadini. Fatto sottolineato dal regalo che il comitato quartiere dei cigni ha voluto fare al primo cittadino. Una targa con citazione di S. Francesco “Dio mi conceda la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare quelle che posso e la saggezza di comprendere sempre la differenza”. Un monito che ha promesso il sindaco non dimenticherà.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vi ascolteremo": forse la bici-stazione cambierà

MilanoToday è in caricamento