Cologno Viale Lombardia

Inscena una rapina per coprire un buco da 11mila euro: scoperto e denunciato

La "rapina" a fine maggio a Cologno Monzese, l'uomo è stato scoperto dai carabinieri

Immagine repertorio

Inscenò una rapina e denunciò il fatto ai carabinieri. Risultato? È stato denunciato per simulazione di reato. È successo a Cologno Monzese, nei guai un uomo di 36 anni di Oggiono (Lecco), dipendente di una azienda che ritira gli incassi delle sloth machine.

La "rapina" lo scorso 31 maggio in viale Lombardia a Cologno. Il 36enne si era presentando in caserma dai carabinieri dicendo dicendo di essere stato aggredito e chiuso nel furgone da un malvivente che gli aveva chiesto il codice della cassaforte della cabina in cui era custodito l'intero incasso: 11mila euro.

La denuncia non ha convinto i carabinieri che avevano notato una serie di incongruenze nel suo racconto. Non solo: i militari non avevano trovato nessun indizio all'interno della cabina. La verità è emersa nei giorni scorsi, messo alle strette il 36enne è crollato ammettendo le sue responsabilità. L'uomo — secondo quanto riferito dagli investigatori — avrebbe rubato il denaro per far tornare i conti, dopo che per mesi aveva registrato ammanchi agli incassi delle slot. Non è ancora chiaro se ci saranno delle ripercussioni lavorative.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inscena una rapina per coprire un buco da 11mila euro: scoperto e denunciato

MilanoToday è in caricamento