rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cologno Cologno Monzese

Cologno: secondo rapporto sociale alla citta'

Meno soldi, piu' interventi, piu' esigenze: e' questo il quadro che e' stato dipinto ma il comune continua a impegnarsi per il sociale

Sabato pomeriggio e’ stato presentato ai cittadini il secondo rapporto sociale alla città 2011 attraverso l’esposizione dei dati dei servizi pubblici e privati di assistenza e cura. Il sindaco Mario Soldano, l’assessore ai servizi sociali Giovanni Coccio, il dirigente dei servizi sociali Lino Volpato, Don Umberto Galimberti, Alessandro Pozzi, presidente del distretto ASL Sesto e Cologno hanno dipinto un’immagine piuttosto sconfortante.

I dati mostrati sono stati raccolti e analizzati grazie alle schede di accesso compilate dagli assistenti sociali durante il ricevimento del pubblico nello sportello di accoglienza sociale del cittadino, il Segretariato sociale, in aggiunta ai dati di monitoraggio statistico dei servizi sociali e del servizio politiche della casa. Un esempio per capire meglio cosa e’ stato detto possono essere due elementi.

Da una parte infatti c’e’ stata una forte riduzione delle risorse economiche e la sospensione di alcuni servizi (esenzioni tickets, assistenza domiciliare, eccetera) a causa della politica economica nazionale degli ultimi anni, dall’altra però il numero dei casi presi in carico nelle aree minori e disabili sono in aumento: per i primi 343 nel 2008 contro un 455 nel 2010, per i secondi 124 nel 2008 e 162 nel 2010. Meno risorse e più domande: quindi meno soldi ma più esigenze.

Infatti i vari interventi hanno evidenziato come il povero ormai abbia esigenze sempre più diversificate e specifiche, che non coinvolgono solo gli aspetti monetari o pratici, ma anche l’individuo nella sua totalità come ricorda Don Umberto Galimberti. E’ stata anche analizzata la situazione degli alloggi a Cologno da parte dell’assessore Giovanni Cocciro e Volpato: i casi di sfratto sono in aumento, ma quello che preoccupa e’ che l’85% di questi e’ per morosità.

Tutti i presenti hanno confermato che il comune si impegna a dare il massimo nei servizi sociali e a garantire almeno i servizi prioritari, ed hanno anche espresso dei forti ringraziamenti verso tutti gli operatori sociali e verso il loro lavoro continuo e silenzioso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cologno: secondo rapporto sociale alla citta'

MilanoToday è in caricamento