Lunedì, 14 Giugno 2021
Cologno Cologno Monzese

Cologno Monzese, peruviana strangolata dal convivente

E' stato il convivente ad uccidere la donna peruviana ritrovata già ieri sera a Cologno Monzese in un fossato. L'uomo dopo il tentativo della donna di troncare la relazione, ha estratto un laccio dalla tasca e l'ha strangolata

Alla fine il convivente della donna ha confessato: è stato lui a strangolare la sua convivente, Floriza Castro Palomino, una badante peruviana regolare.

L’uomo ha confessato di aver ucciso la donna perché accecato dalla gelosia. Il peruviano era stato arrestato già ieri sera, nei pressi del fosso dove aveva buttato e coperto il corpo senza vita della sua convivente.

Secondo la prima ricostruzione degli inquirenti i due avevano appena perso entrambi il lavoro di badanti, dopo la morte dei rispettivi anziani che accudivano. Erano andati a Cologno Monzese per cercare lavoro, ma durante una passeggiata in un parchetto cittadino è scoppiata tra i due una pesante lite: la donna aveva deciso di lasciare l’uomo che, non avendo gradito la notizia, l’ha strangolata con un laccio che aveva in ctasca. Il peruviano ha poi gettato il corpo esanime della donna in un fosso, coprendolo di foglie e si è allontanato dal luogo del delitto.

Aggiornato alle 15,43 il 20 maggio

Una donna straniera di circa 40 anni è stata ritrovata morta ieri sera a Cologno Monzese, un paese dell’hinterland milanese. Il ritrovamento della donna ha fatto subito pensare ad un omicidio e i carabinieri avrebbero già portato in caserma per accertamenti una persona legata alla vittima.

Secondo le prime riscotruzione una lite tra una coppia di conviventi sarebbe stato il motivo scatenante dell’omicidio, ma niente è ancora stato confermato dai carabinieri di Sesto San Giovanni, che si stanno occupando delle indagini
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cologno Monzese, peruviana strangolata dal convivente

MilanoToday è in caricamento