Cologno

Problema con i profughi a Cinisello: Trezzi chiede aiuto alla prefettura

Trezzi, assessore alle politiche sociali, chiede delle risposte sulla situazione dei nove profughi che Cinisello sta ospitando dal maggio dello scorso anno.

Siria Trezzi, assessore alle politiche sociali di Cinisello, ha inviato martedì una lettera alla prefettura per chiedere delle risposte sulla questione dei profughi presenti in città. Infatti, l’amministrazione ha accolto nove persone dal maggio 2011 cercando di aiutarle in più modi. La situazione, però, è cambiata da novembre 2011.

“L’atteggiamento del gruppo si è fatto via via meno collaborativo e si sono verificate alcune situazioni conflittuali sia con gli operatori preposti sia con i gestori privati (albergatore e ristoratore), soprattutto per questioni legate al tipo di ristorazione offerta e al rispetto di una serie di orari e regole di buona educazione da tenersi negli esercizi pubblici e nei confronti del personale addetto alla ristorazione”.

L’assessore giustifica il comportamento dei profughi a causa della loro continua condizione di incertezza. Per questo chiede delle risposte alla prefettura: Alla Prefettura chiedo che si attivino meccanismi d’indirizzo, direzione e controllo e indichino quali strumenti possono essere utilizzati dagli Enti Locali rispetto alla gestione quotidiana e alla programmazione di progetti di accoglienza complessi, anche in considerazione al fatto che l’emergenza profughi non è più un fenomeno concentrato nel tempo ma prevede tempi di risoluzione molto lunghi che comportano problematiche ed aspetti sociali, relazionali, educativi e sanitari”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Problema con i profughi a Cinisello: Trezzi chiede aiuto alla prefettura

MilanoToday è in caricamento