Corsico

L'assessore su Fb augura buon compleanno a Mussolini, è bufera

Richieste di dimissioni

Il post

«Sono 134 candeline! Buon compleanno!». E' il modo in cui, su Facebook, Pietro Di Mino, assessore ai servizi sociali del Comune di Corsico, ha fatto gli auguri a Benito Mussolini, nato il 29 luglio 1883. Scatenando comprensibili polemiche. Non è nuovo, Di Mino, a questi exploit sul social network. L'assessore corsichese, di Fratelli d'Italia, non nasconde affatto le sue simpatie fasciste.

Il 2 giugno, per esempio, aveva scritto: «L'unica repubblica è quella sociale», con chiaro riferimento alla Rsi fascista post 1943. Ma in passato aveva dedicato un post anche allo studente Miki Mantakas, di origini greche e militante - negli Anni '70 - del Fuan, il movimento universitario del Msi, ucciso nel 1975 da due colpi di pistola davanti a una sezione romana del Msi. E ancora, una scritta emblematica («dove c'è un balilla c'è casa»), a gennaio 2017.

Immediata la bufera politica: le opposizioni in consiglio comunale hanno chiesto l'allontanamento di Di Mino per apologia di fascismo. Dopo il 2 giugno avevano presentato anche una mozione di sfiducia, che però la maggioranza aveva respinto, nonostante il sindaco Filippo Errante si fosse dissociato dall'opinione del suo assessore.

«Ci chiediamo cosa deve fare, dire, postare Pietro Di Mino perché il sindaco si decida a togliere le deleghe a un assessore incompatibile con i valori della Costituzione, su cui ogni sindaco giura», commenta l'ex sindaco del Pd Maria Ferrucci, che auspica anche un intervento della prefettura. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assessore su Fb augura buon compleanno a Mussolini, è bufera

MilanoToday è in caricamento