Sabato, 25 Settembre 2021
Corsico Corsico / Via Roma

Corsico, staccato il gas a tutto il quartiere: uffici, scuole e 650 case senza acqua calda

L'attacco del sindaco Filippo Errante: già partite le diffide. Pronte anche le denunce

Niente gas. E, inevitabilmente, niente acqua calda. È di nuovo emergenza al quartiere Burgo di Corsico, rimasto - ancora una volta - "a secco". 

Ad annunciarlo, mercoledì mattina, è stato il sindaco Filippo Errante, visibilmente contrariato. "Oggi, Unareti spa, come aveva anticipato due giorni fa con un avviso affisso sui portoni dei condomini, ha sospeso la fornitura di gas che alimenta la centrale termica del quartiere Burgo. L'impianto assicura acqua calda e riscaldamento a diverse strutture scolastiche - scuola dell'infanzia e primaria Salma, secondaria di primo grado Buonarroti -, agli uffici comunali - via Roma e Cascina Agostoni - e ai condomini privati della zona", per un totale di 650 appartamenti. 

Foto - Il cartello messo fuori dai condomini

cartello unareti gas-2

Il primo cittadino - si legge in una nota del comune - "ha inviato una diffida sia alla società di distribuzione sia a quella di gestione, precisando che tale comportamento si prefigura come interruzione di pubblico servizio. Ha quindi contattato la Prefettura di Milano e sporgerà denuncia all’Autorità giudiziaria competente, dando mandato ai legali affinché si proceda con una richiesta danni".

A causare i problemi, che si trascinano da mesi, è il rapporto molto complicato tra Unareti, la società di distribuzione, e Riesco Atecc, che fornisce il gas al quartiere in virtù di una convenzione con l'amministrazione e che sembra stia avendo problemi nei pagamenti. 

Già a marzo scorso i residenti del quartiere Burgo si erano trovati a vivere l'emergenza gas. All'epoca, il black out era stato giustificato con un problema tecnico, ma lo stesso Errante aveva già minacciato "denunce affinché vengano riscontrate eventuali responsabilità od omissioni". 

In serata è arrivata poi la replica di Unareti, che tiene a specificare di non operare "di propria iniziativa interventi come questo, bensì procede a disalimentare un determinato punto di riconsegna unicamente su richiesta della società di vendita, in base alla normativa di settore emanata dall'authority Arera". 

"Si precisa inoltre - si legge ancora nella nota di Unareti - che il distacco dell'utenza, anticipato mediante appositi avvisi di sospensione, non è ancora stato effettuato ed è previsto per i prossimi giorni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corsico, staccato il gas a tutto il quartiere: uffici, scuole e 650 case senza acqua calda

MilanoToday è in caricamento