menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'edificio è nel centro di Corsico

L'edificio è nel centro di Corsico

Palazzina sequestrata alla mafia: sarà casa per donne vittime di violenza

E' in centro a Corsico: la regione interviene per contribuire a finanziare la ristrutturazione

Una palazzina confiscata alla mafia diventerà una casa per le donne vittima di violenza. L'edificio, situato nel centro di Corsico in via Monti 23, era stato sequestrato alla fine degli anni '90 ad Agostino Rocco e il comune ne aveva acquisito la proprietà definitiva nel 2002. Ha una superficie complessiva di 160 metri quadri su tre piani, per tre appartamenti. Il comune finora non aveva potuto investire nella sua ristrutturazione.

Ora la regione ha dato il via libera a un finanziamento di 76 mila euro per una spesa complessiva di 100 mila. Il sindaco Maria Ferrucci, preoccupata che la casa (una delle quindici sequestate alla mafia a Corsico) finisse nel degrado a causa di problemi strutturali soprattutto al tetto, a maggio 2014 aveva scritto al governatore Roberto Maroni per chiedergli un intervento della regione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Isolata in Lombardia una nuova (e rarissima) variante di covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento