Martedì, 28 Settembre 2021
Forlanini Via Trani

Rubano scooter davanti a una piscina, riconosciuti dai tatuaggi: denunciati due 20enni

E' successo a Milano in zona Mecenate. I poliziotti hanno riconosciuto gli autori dai filmati di sorveglianza della zona

Hanno adocchiato un giovane in sella ad uno scooter nuovo di zecca e di grossa cilindrata; hanno deciso di seguirlo fino all'esterno di una piscina comunale in via Trani, zona Mecenate; in pochi secondi hanno disattivato l'antifurto. E infine sono scappati, spingendolo dalla sella di un altro scooter. E' successo nella mattinata di giovedì 2 agosto.

Dopo la denuncia della vittima, i poliziotti del commissariato Mecenate si sono messi al lavoro e hanno analizzato le numerose telecamere di sorveglianza della zona. E hanno riconosciuto gli autori del furto grazie ai vistosi tatuaggi, in particolare una corona sul polpaccio destro di uno di loro.

Lo scooter è stato ben presto ritrovato, nascosto nei sotterranei delle "Case Bianche" di via Salomone. Ed è stato restituito al legittimo proprietario. I due ragazzi, entrambi 20enni, sono stati invece indagati per furto aggravato in concorso. Si tratta di due italiani che abitano nel campo rom di via Bonfadini, ampiamente noti alla giustizia. Solo un mese fa, esattamente con lo stesso sistema, avevano rubato una moto Ducati Panigale facendola sparire nel parcheggio di una palestra della zona Lambrate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano scooter davanti a una piscina, riconosciuti dai tatuaggi: denunciati due 20enni

MilanoToday è in caricamento