Porta Romana

Latin King: “Vogliamo vivere senza violenza e nella legalità”

I Latin King hanno tenuto una commemorazione per la morte di Betancourt. “Vogliamo vivere senza violenza e siamo contro l’illegalità” hanno dichiarato. Presenti al presidio anche i familiari del ragazzo ucciso

Ieri pomeriggio si è tenuto a Milano un presidio in memoria di David Stenio Betancourt Noboa, “El rey”, l’ecudoriano di 26 anni ucciso un mese fa in una guerra tra bande sudamericane. Il ragazzo era a capo dei Latin King, una banda di sudamericani cittadina.

Alcuni giovani che partecipavano all’evento, hanno dichiarato: “La nostra speranza è vivere senza violenza: anche se siamo gruppi di strada, siamo contrari alla illegalità”. Tra le persone radunatesi per la commemorazione anche il padre, la madre, il fratello e la sorella della vittima.

La famiglia ha sottolineato che “Ci sono due giustizie, quella di Dio e quella degli uomini e noi non vogliamo sostituirci a nessuna delle due”.

La morte di David e una serie di altri episodi violenti, verificatisi in zona Piazzale Lodi, hanno fatto emergere a Milano il fenomeno delle bande sudamericane, gruppi rivali agguerriti che nascono molto probabilmente dalla difficoltà delle culture straniere di trovare una loro identità sul nostro territorio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latin King: “Vogliamo vivere senza violenza e nella legalità”

MilanoToday è in caricamento