Lunedì, 14 Giugno 2021
Porta Romana Calvairate / Via Lattanzio

Il palazzo della morte riprende vita: dal degrado (e un omicidio) ai nuovi appartamenti di lusso

In corso i lavori per realizzare il nuovo edificio sulla base di quello abbandonato nel 2010

Foto MiaNews

Per anni è stato soprannominato il palazzo della morte, perché nel 2016 un uomo, precipitato dall'edificio (abbandonato e utilizzato da senzatetto), aveva perso la vita. Ora avrà nuova vita: diventerà un condominio con quattordici appartamenti e spazi comuni.

Si tratta dello stabile abbandonato di via Lattanzio all'incrocio con via Colletta, in zona Porta Romana. La società che lo stava erigendo ha interrotto i lavori nel 2010 e una serie di passaggi di proprietà non aveva risolto lo stato di abbandono dell'edificio.

L'omicidio e la messa in sicurezza

Per anni i residenti nella zona avevano protestato per la situazione: lo "scheletro" era infatti diventato meta e rifugio per tossicodipendenti e senzatetto. I "vicini" lamentavano il degrado generale. Nel mese di marzo del 2016 venne trovato il cadavere di un senzatetto e gli investigatori all'inizio lo rubricarono come suicidio, ma poi emerse che subito prima quell'uomo, un quarantenne, aveva subìto un violento pestaggio da parte di un altro senzatetto, poi scese le scale barcollando e precipitò. L'altro venne processato per omicidio.

La rinascita: il progetto

Il Comune di Milano provvide a mettere in sicurezza lo stabile. Più di recente, Borgosesia Spa ha promosso il progetto Elle Building, che dovrebbe concludersi nel 2021: quattordici appartamenti (tra bilocali, trilocali e duplex), uffici in co-working, palestra, sala meeting, playground, una zona "locker" per i pacchi di Amazon e "salotti condivisi" all'esterno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il palazzo della morte riprende vita: dal degrado (e un omicidio) ai nuovi appartamenti di lusso

MilanoToday è in caricamento