Venerdì, 24 Settembre 2021
Porta Romana Calvairate / Via Alberto Einstein, 6

«L'ecomostro? Non ancora iniziato... e già pieno di clandestini»

Presso le medie Tito Livio di via Einstein dovrà sorgere un polo universitario: "Eppure i clandestini ci sono già", tuona Bassi (LN)

Si è svolto l'altra mattina, alla presenza dei tecnici dei Politecnico, del direttore del Settore Pianificazioni aree del Comune, di una rappresentanza del Consiglio di Zona 4 e di una dei cittadini del quartiere, il sopralluogo presso l'ex scuola media Tito Livio di via Einstein dove dovrebbe sorgere una nuova residenza universitaria.

Il progetto, fortemente contrastato dalla Lega Nord e dai alcuni residenti, prevede l'edificazione di tre corpi di fabbrica di 9, 5 e 4 piani che dovrebbero alloggiare 208 studenti. Nel corso della visita istituzionale è stata riscontrata all'interno dell'ex istituto scolastico la presenza di alcuni clandestini che sono poi fuggiti calandosi da una finestra.

"Questa "sorpresa" - afferma Paolo Guido Bassi, capogruppo del Carroccio in Zona 4 e membro della segreteria provinciale del Movimento di Roberto Maroni - palesa un ulteriore problema del quale le istituzioni devono farsi carico. Noi per accedere abbiamo dovuto indossare caschetti protettivi e firmare una liberatoria, salvo poi scoprire che l'interno è abitualmente abitato da clandestini. Questa è una struttura vecchia e cadente, nonché piena di amianto. Perché non è stata messa in sicurezza? Sicuramente - annuncia - chiederemo che la struttura venga messa in sicurezza blindandone ogni accesso".

Quanto al contestato progetto del Politecnico, Bassi ribadisce "la contrarietà della Lega ad una nuova colata di cemento. Apprezziamo - fa sapere - il momentaneo stop del Comune che ha fermato i lavori vista la decadenza della Dia, così come apprezziamo la disponibilità a rimodulare le volumetrie previste dal piano originario. Il vincolo esistente alla realizzazione di 208 posti letto impone però un intervento che, anche modificato, appare comunque troppo impattante sull'esistente. A oggi - sottolinea Bassi - sembra ci siano davvero pochi spazi di manovra".

 

 

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«L'ecomostro? Non ancora iniziato... e già pieno di clandestini»

MilanoToday è in caricamento