Lunedì, 14 Giugno 2021
Porta Romana Corvetto / Corso Lodi

Milano, aggira il decreto coronavirus ed esce di casa per spacciare metanfetamina: arrestato

È successo nella notte tra lunedì e martedì 10 marzo in piazzale Lodi a Milano

È uscito di casa, ha violato le norme imposte dal decreto sul coronavirus per spacciare metanfetamina. E per lui sono scattate le manette. È successo nella notte tra lunedì e martedì 10 marzo in piazzale Lodi a Milano, nei guai un bulgaro di 27 anni arrestato dagli agenti della Questura di Milano.

Tutto è accaduto una manciata di minuti prima della mezzanotte. A scoprire il 27enne e il suo cliente, un 29enne brasiliano, è stata una volante di passaggio. I due hanno prima accampato qualche scusa ma la verità è emersa durante la perquisizione: addosso al pusher sono stati trovati contanti per un totale di 90 euro e 1,13 grammi di metanfetamina; il cliente, invece, aveva con sé 0,36 grammi della stessa sostanza.

Per il pusher sono scattate le manette con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, aggira il decreto coronavirus ed esce di casa per spacciare metanfetamina: arrestato

MilanoToday è in caricamento