Venerdì, 30 Luglio 2021
Forlanini Via Risorgimento

"In piazza Risorgimento servono luci e telecamere": scatta la raccolta firme tra gli abitanti

I residenti della zona hanno lanciato una petizione per poter illuminare la statua di San Francesco e limitare gli episodi di microcriminalità

Più luce per illuminare la statua di San Francesco ma anche per limitare il degrado causato dalla movida selvaggia. È quello che chiedono commercianti e cittadini di Piazza Risorgimento a Milano che nei giorni scorsi hanno dato vita a una raccolta firme.

I residenti hanno solo un obiettivo: limitare i bivacchi notturni e la spazzatura attorno all'area. "Negli ultimi anni Piazza Risorgimento è diventata luogo di ritrovo di persone che provengono da diverse zone di Milano e hinterland, che spesso non dimostrano alcun rispetto - si legge nel testo della petizione -. Portano da casa casse di birra ed alcolici e abbandonano il tutto nei dintorni della statua al centro della piazza arrecando disturbo sia ai residenti che ai commercianti".

Non solo, gli abitanti vogliono accendere una luce sulla microcriminalità che si annida nel quartiere e sul fenomeno dello spaccio. E proprio per limitare questi fenomeni hanno chiesto l'installazione di un sistema di sorveglianza a circuito chiuso. Per il momento, secondo quanto comunicato dagli organizzatori della petizione, sarebbero state raccolte circa 600 firme.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"In piazza Risorgimento servono luci e telecamere": scatta la raccolta firme tra gli abitanti

MilanoToday è in caricamento