Martedì, 26 Ottobre 2021
Rogoredo Corvetto

Alpini piantano querce a Rogoredo: «PIù si rende fruibile il parco, più i pusher vanno via»

La piantumazione fa parte del progetto di riqualificazione di Italia Nostra

Una trentina di alpini ha piantato 76 querce, delle 100 previste dal progetto condiviso con Italia Nostra, nell'area del Parco di Rogoredo, nell'ambito della riqualificazione di una parte di quello che è noto come "bosco della droga". 

Milano, il bosco della droga - © C.R.G.

"Più cresce la porzione di verde fruibile, più retrocede il fortino degli spacciatori", si legge in una nota del corpo, che collabora con le istituzioni e le varie associazioni impegnate nella riconversione di questo grande spazio verde oggi considerata la più grande "piazza di spaccio" dell'eroina del Nord-Italia.

Rogoredo, il bosco della droga

Disposte su due filari, le querce negli anni ombreggeranno la pista ciclabile che, da Rogoredo, porterà all'Abbazia di Chiaravalle, a pochi chilometri di distanza. Il 30 marzo 2019 è prevista l'inaugurazione ufficiale dell'opera verde, alla presenza di Pierfrancesco Maran, assessore all'urbanistica del Comune di Milano. 

Gli alpini hanno deciso di "donare" le querce in occasione della 92esima adunata nazionale degli alpini prevista a Milano dal 10 al 12 maggio 2019. Ma non è finita qui: sempre gli alpini collaboreranno con Italia Nostra in una seconda fase della riqualificazione, che trasformerà una collinetta del parco in un percorso per mountain bike e cross country.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alpini piantano querce a Rogoredo: «PIù si rende fruibile il parco, più i pusher vanno via»

MilanoToday è in caricamento