menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'approvazione a Palazzo Marino

L'approvazione a Palazzo Marino

Approvato il Pums: verde, zone 30 e abbattimento del cavalcavia Corvetto

60 giorni per le osservazioni. Granelli: "L'obbiettivo è diminuire congestione e inquinamento"

Due giorni fa il Consiglio comunale di Milano ha adottato il Pums, il Piano urbano della mobilità sostenibile. Lo ha presentato l'assessore alla Mobilità Marco Granelli. Tra le novità più importanti, la demolizione del cavalcavia Corvetto, attualmente chiuso dalle 22 alle 6.

"Un voto importante per Milano che individua le strategie della mobilità per i prossimi 10 anni e lo fa ponendosi al pari delle città europee. Muoversi bene e in libertà e sicurezza è un diritto dei cittadini. Impegno delle amministrazioni è porre regole e presupposti e strumenti e investimenti per rendere possibile questa mobilita' e renderla più sostenibile e cioè diminuendo congestione e inquinamento. Come? Con più infrastrutture di trasporto come metropolitane e linee bus e soprattutto nei quartieri di periferia e nei comuni fuori Milano per diminuire il numero di auto che entrano ogni giorno in città. E poi più biciclette del bike sharing in tutta la città, percorsi ciclabili, più zone 30 a tutela dei quartieri residenziali", spiega l'assessore Granelli.

E poi regole e "incentivi per essere una città a gasolio zero e decisamente elettrica e cioè con energia pulita: più colonnine di ricarica e sosta gratuita in tutta la città per auto elettriche e ibride a bassa emissione di CO2" prosegue. 

Il Pums sarà pubblicato per tutti i cittadini tra qualche settimana e poi ci saranno 60 giorni per raccogliere osservazioni e poi il testo con le osservazioni tornerà in Consiglio comunale.

Tra le novità più importanti, si diceva, la "demolizione del viadotto cavalcavia Corvetto-Lucania, da piazza Mistral a piazza Bologna, con la riqualificazione dello spazio pubblico oggi occupato dalla struttura di sostegno del manufatto, prevedendo anche la piantumazione di essenze arboree ad alto fusto, panchine, giochi per bambini, aree per cani e non solo, adeguata illuminazione ed eventuale pista ciclabile". L'idea, quindi, è la creazione di un grande viale alberato Mistral-piazzale Bologna. 

L'idea, spiega ancora Granelli, serve per "togliere traffico dal centro abitato", e ridurre "la velocità". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Attualità

È stato creato un giardino zen in pieno centro a Milano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento