ForlaniniToday

Beccato con quasi tre chili di eroina pronta da portare al Boschetto di Rogoredo: arrestato

Gli uomini del Nucleo operativo della compagnia Porta Monforte hanno arrestato un 35enne

La droga sequestrata

Alcune stime realizzate dai carabinieri indicano che nel Boschetto della droga di Rogoredo si consumi poco più di un chilo di eroina al giorno, altre a diverse centinaia di grammi di cocaina. Un dato preoccupante che si cerca di contrastare da diverso tempo con ripetuti blitz per arginare il fenomeno. Interessante, sotto questo aspetto, l'ultimo arresto realizzato proprio dai militari della compagnia Porta Monforte. Gli uomini del Nucleo operativo sono riusciti a beccare un albanese incensurato con quasi tre chili di eroina. Sostanza pronta a finire nella 'piazza' del famigerato Boschetto.

L'uomo, un 35enne del tutto sconosciuto alle forze dell'ordine, era stato fermato nei pressi di Rogoredo durante il mese di giugno. Addosso non aveva nessun tipo di sostanza stupefacente ma nascondeva un piccolo frullatore: utilizzato di solito per 'tagliare' la droga, mischiandola con paracetamolo o altri materiali. Per questo da allora era stato tenuto 'sott'occhio'. Il momento 'x' è arrivato nei giorni scorsi.

Video: eroina per Rogoredo

Lo fermano in via Pasquale Sottocorno, zona Risorgimento. In un borsello nasconde un chilo di eroina già tagliata pronta da portare al Boschetto. Con le chiavi dell'uomo, i militari riescono trovare il suo appartamento. All'interno c'è un ulteriore chilo e settecento di eroina, sei chili di sostanza da taglio, ottomila euro in contanti con banconote di piccolo taglio e il 'famoso' frullatore ancora sporco di quella che apparentemente - ci sono le analisi in corso - sembra essere brown sugar, una qualità di eroina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini ora proseguono per capire a quale organizzazione fosse legato l'albanese, sposato in patria ma che a Milano viveva da solo. Per il momento è accusato di detenzione ai fini di spaccio ed è finito a San Vittore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Il maltempo fa paura: "Forti temporali in arrivo, fino a 150mm di acqua in 6 ore" (Poi la grandine)

  • Torna l'ora solare: come e quando spostare le lancette dell'orologio per cambiare l'ora

  • Covid, Lombardia terzultima in Italia per contagi: "Si è creata una sorta di immunità"

  • 'Milanese' bloccato in Argentina per il coronavirus muore assassinato: addio a Lucas

  • Milano, violenza sessuale al Parco Nord: ragazza 20enne stuprata in una notte d'orrore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento