Domenica, 13 Giugno 2021
Rogoredo Corvetto

Milano, nasconde 11 chili di marijuana sotto il letto della figlia: arrestati il padre e la ragazza

L'arresto grazie ad un'indagine dei carabinieri della stazione di Senago e Porta Romana

L'arma e la droga

In casa, sotto il letto della figlia, nascondeva 11 chili di marijuana. Al momento del blitz dei carabinieri, la ragazza aveva insistito per restare sdraiata sul letto. La sua resistenza non è passata inosservata e anche lei, così come il padre, è finita in manette per detenzioni di droga ai fini di spaccio.

L'uomo, un pregiudicato catanese di 47 anni, e la ragazza, una 24enne che da un po' di tempo era tornata in famiglia, sono stati incastrati dagli uomini della stazione di Senago, in collaborazione con i militari della stazione di Porta Romana.

L'indagine comincia da un'informazione recuperata sulla 'strada' dal comandante di Senago, con anni e anni di esperienza nell'antidroga milanese. Gli investigatori vengono a sapere che a Milano, in zona Forlanini-Taliedo, c'è un uomo che potrebbe essere in possesso di un quantitativo non indifferente di droga. Si inizia così un'attività di appostamenti e di scambio di informazioni tra i militari delle due stazioni. Dopo alcuni giorni, i carabinieri decidono di intervenire in un appartamento ad un secondo piano dove c'è il sospetto si trovi il trafficante segnalato.

Il giorno del blitz, i militari suonano alla porta ma non apre nessuno. Dopo un po' di attesa, e con la certezza che dentro c'era qualcuno, intervengono i vigili del fuoco per aprire la serratura. Solo in quel momento, le persone dentro l'abitazione si decidono ad aprire. Oltre a due grossi cani pitbull, in casa ci sono padre e figlia.

Il 47enne consegna subito 50 grammi di hashish e ammette la sua colpa nel tentativo di depistare i carabinieri. I militari non demordono e passano al settaccio tutto l'appartamento. Trovano altri 400 grammi di hashish in un armadio nel soggiorno e sotto il letto della cameretta tre buste con 11 chili di marijuana. Durante la perquisizione viene fuori pure una pistola Beretta 98Fs: era nascosta in un cuscino all'interno di un cassetto, aveva la matricola ben visibile e alcune pallottole con ogive in rame.

Per i due, a quel punto, non c'è scampo: scatta l'arresto. I cani vengono affidati ad un amico di famiglia mentre le indagini proseguono per capire la provenienza della droga e anche perché l'uomo fosse in possesso dell'arma, il cui proprietario ha riferito di non aver notato la sua scomparsa: un aspetto sul quale si sta cercando di fare luce.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, nasconde 11 chili di marijuana sotto il letto della figlia: arrestati il padre e la ragazza

MilanoToday è in caricamento