rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Rogoredo Corvetto Ortomercato / Via Sacile

Via Sacile, maxi discarica a cielo aperto nella strada dei campi rom

Il sopralluogo del Municipio 4. Una ventina di scheletri di auto bruciate

Via Sacile, all'Ortomercato, sotto osservazione. La strada è infatti diventata una grande discarica abusiva a cielo aperto, complice il fatto che nella zona ci sono due campi rom (uno, regolare, molto vicino) e il centro accoglienza in via di dismissione (manca circa un mese); ma anche il fatto che la strada è di secondaria importanza e non facilmente accessibile.

Sacile-Bonfadini, discarica a cielo aperto

Un sopralluogo della commissione "Alessandrini e Centro Accoglienza" del Municipio 4, con la presidente Rosa Pozzani (Forza Italia), ha "scoperchiato" la realtà. «Confido - ha commentato Pozzani - che venga presto sgomberata la palazzina di Sogemi», un edificio sempre in via Sacile nel cui giardino è presente una baraccopoli. «Quanto alla impressionante discarica abusiva di via Sacile, chiedo telecamere, controlli repressivi e pulizia dell'area, o devo anche io iscrivermi al festival di Sanremo per avere la presenza del sindaco Sala in questa periferia?», conclude Pozzani.

Con i consiglieri municipali anche Alessandro De Chirico, che a Palazzo Marino siede tra i banchi di Forza Italia. «Nella strada senza uscita che porta al campo sinti regolare ho contato 26 veicoli vandalizzati e bruciati», afferma l'esponente "azzurro": «I buchi aperto nel muro che delimita la ferrovia mettono in mostra un'altra discarica. Il Comune di Milano non può permettere che si viva in quelle condizioni igieniche».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Sacile, maxi discarica a cielo aperto nella strada dei campi rom

MilanoToday è in caricamento