Mercoledì, 23 Giugno 2021
Lambrate Casoretto / Via Nicola Antonio Porpora

Profugo eritreo: falsificava documenti e li rivendeva ai connazionali

L'uomo, con permesso di soggiorno per asilo politico, faceva parte di una organizzazione di falsari

Profughi in centrale

In tasca il permesso di soggiorno (regolare) per asilo politico: ma l'uomo era in "attività" proprio come falsificatore di documenti. La polizia lo ha arrestato in un appartamento di via Porpora dopo una serie di indagini. Si tratta di S.D., eritreo di 40 anni.

Tutto era partito quando, il 27 gennaio, gli agenti avevano trovato carte di identità e passaporti falsi in casa di un suo connazionale di 34 anni. Non si trattava di un falsario solitario, ma di un membro di una organizzazione composta da somali ed eritrei che falsificavano documenti (ma anche carte di credito) per rivenderli ai loro connazionali arrivati in Italia con gli sbarchi sulle coste della Sicilia.

L'organizzazione era in grado di fornire documenti di vari Paesi europei (Francia, Svizzera, Finlandia) ma anche extraeuropei (Colombia), che servivano per raggiungere queste destinazioni. Nell'appartamento di S.D. la polizia ha trovato sia i passaporti pronti per essere falsificati sia i macchinari per effettuare l'operazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profugo eritreo: falsificava documenti e li rivendeva ai connazionali

MilanoToday è in caricamento