rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Lambrate Porta Venezia / Viale Abruzzi

Viale Abruzzi, parte il cantiere "monstre": due anni di lavori

Entro agosto il maxi cantiere di viale Abruzzi, per la realizzazione della corsia preferenziale. 16 milioni di euro il costo: si perderanno circa mille posteggi. Maran: "Troveremo soluzioni alternative"

E' un cantiere "monstre". Due anni di lavori (previsti), 16 milioni di euro il costo, che arrivano da Comune e ministero delle Infrastrutture. L'obbiettivo è la realizzazione di una corsia preferenziale per bus (linea 92, che taglia Milano da Nord a Sud), taxi e mezzi di soccorso. Si partirà - con tutta probabilità - ad agosto, per sfruttare le vacanze dei milanesi e arrecare meno disagi possibili (per ora).

Pier Maran (Lavori pubblici) affonda la lama, prima di inviare lettere ai residenti per le informazioni pratiche del cantiere di viale Abruzzi, da piazzale Loreto a piazzale Cappelli (nella foto): "La Moratti si è vista bene di avvisare i cittadini di questi lavori - spiega al Il Giorno -. C'erano le elezioni, e nessuno ha saputo nulla. Una cosa è certa: i prossimi grandi lavori che verranno appaltati saranno fatti consultando maggiormente i cittadini".

La più grande questione ha un nome: parcheggi. La nuova carreggiata ne "trancerà" almeno un migliaio: sono circa 900, infatti, le auto che quotidianamente vengono posteggiate sul parterre. Alle quali bisogna aggiungere le soste abusive. Abbandonata la (poco) probabile soluzione degli autosilo che avrebbero dovuto essere costruiti in zona (progetto della giunta Albertini che non ha mai visto luce), un'idea potrebbe essere quella di "ridisegnare la sosta in alcune vie che attraversano viale Abruzzi", per guadagnare un po' di posti. Sul piatto le macchine messe "a lisca di pesce". Ma stiamo parlando sempre di palliativi. Un gatta da pelare e da risolvere al più presto per l'assessorato ai lavori pubblici.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viale Abruzzi, parte il cantiere "monstre": due anni di lavori

MilanoToday è in caricamento