Mercoledì, 16 Giugno 2021
Lambrate Feltre / Piazza Caduti e Dispersi in Russia

«Invasione di nutrie al cimitero di Lambrate, e il comune di Milano non fa niente»

La denuncia di Forza Italia: «Il comune preferisce tutelare quattro ratti che non il rispetto per la memoria dei morti»

Una tomba con escrementi di nutria (foto Sardone)

Le nutrie sono ormai una presenza costante anche nella città di Milano, soprattutto nei parchi di periferia. Sono comparse anche, da tempo, al cimitero di Lambrate, con effetti "collaterali" poco piacevoli: escrementi sulle tombe, fiori mordicchiati, molte tane negli spazi verdi. «E' dal 2013 che i cittadini segnalano questo scandalo», commenta Silvia Sardone, consigliera di Forza Italia in zona 2.

Lo stato di alcune tombe è effettivamente pietoso, e come si può comprendere non basta pulire ogni tanto (cosa che, comunque, viene fatta), perché se le nutrie restano nel territorio cimiteriale il problema si ripropone immediatamente. «Questi animali divorano i fiori, sporcano le tombe e talvolta scavano anche tunnel nei tumuli», spiega ancora Sardone, che arriva a parlare anche di «interessi delle lobby che proteggono ratti, scarafaggi e nutrie».

Tra le tombe sporcate anche alcune di bambini e ragazzi, deceduti in giovane età. Per Luca Rampazzo, consigliere di Forza Italia in zona 3, «il comune di Milano preferisce tutelare quattro ratti che non il rispetto per le loro morti, ed è una vergogna».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Invasione di nutrie al cimitero di Lambrate, e il comune di Milano non fa niente»

MilanoToday è in caricamento