Porta Venezia via Palazzi

Via Palazzi, chiuso dalla questura il "bar dello spaccio"

Licenza sospesa per 15 giorni: diverse volte gli agenti hanno sorpreso lo spaccio all'interno e all'esterno del locale

Repertorio

Per 15 giorni resterà chiuso il Rora Caffè di via Lazzaro Palazzi angolo via Settala: il provvedimento di sospensione della licenza, emesso dal questore di Milano Marcello Cardona, è stato notificato ai titolari il 12 febbraio. Durante vari controlli di polizia, effettuati negli ultimi mesi, più d'una volta è stato scoperto un giro di spaccio di droga nelle vicinanze del locale. E a gennaio è scoppiata una rissa proprio di fronte.

Il primo controllo nella serata del 19 ottobre, quando gli agenti hanno notato un cittadino nordafricano che, guardandosi intorno, si spostava rimananendo sempre non lontano dal bar. Ad un certo punto l'uomo ha incontrato una persona e, durante un breve dialogo, i due si sono scambiati qualcosa. I poliziotti hanno quindi seguito il secondo e poi lo hanno trovato in possesso di poco meno di un grammo di cocaina in due dosi. Tornati verso il bar, hanno notato un altro cliente che, accortosi delle divise, è corso verso i servizi igienici interni. Bloccato e perquisito, aveva con sé 10 grammi di cocaina in diverse dosi e 230 euro in banconote. Quest'ultimo è stato quindi arrestato.

Il 30 dicembre, durante la notte, un'altra scena di spaccio, stavolta sotto gli occhi della squadra mobile. L'acquirente ha ammesso di avere acquistato la cocaina dentro il locale: i poliziotti vi si sono recati e hanno arrestato un pusher abituale. Il 16 gennaio 2018 un controllo ha permesso di identificare, all'interno del Rora Caffè, otto persone con precedenti di polizia.

Infine la rissa, che risale al 19 gennaio a mezzanotte e venti: rissa scoppiata in strada tra una decina di persone. In quell'occasione, il personale del bar ha dichiarato alla polizia di non essersi accorto di nulla.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Palazzi, chiuso dalla questura il "bar dello spaccio"

MilanoToday è in caricamento