Lambrate Crescenzago / Via Civitavecchia

«Da Gobba a Udine viviamo nel degrado e nell'insicurezza»

La denuncia di una lettrice

Rom vicino al Lambro (Foto Sardone)

«Da Cascina Gobba a piazza Udine sembra una periferia dimenticata: tra potatura del verde mancante e il 'problema dei rom' e della pulizia delle strade, il comune non risponde oppure risponde che solleciterà gli 'uffici di competenza'». E' l'inizio della lettera scritta da una lettrice di MilanoToday, Elena P.M., secondo cui la porzione nord-est della città è sostanzialmente "dimenticata" dal comune di Milano.

Diversi gli esempi citati dalla lettrice. «Dalla parte di via Palmanova abbiamo quattro sottopassaggi, uno più brutto dell'altro. E la metropolitana di Crescenzago è diventato una cosa orribile, a causa del degrado. Non si vedono pattuglie delle forze dell'ordine». Altro problema, un terreno privato abbandonato da anni, in via Civitavecchia dall'angolo con via Palmanova fino a via Bra. Secondo la lettrice, si tratta di un terreno che oggi è "occupato" da un gruppo di persone di etnia rom: «Usano il terreno come un gabinetto e l'odore è insopportabile».

«Una situazione di degrado così non c'è mai stata in questa zona», conclude amaramente la lettrice, lamentando che chi vive vicino al Parco Lambro ha paura anche per fare una passeggiata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Da Gobba a Udine viviamo nel degrado e nell'insicurezza»

MilanoToday è in caricamento