menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La corrispondenza ritrovata

La corrispondenza ritrovata

Abbandona la corrispondenza in un bosco: denunciato postino

L'autore del gesto, un postino di 20 anni dipendente di una società privata, è stato denunciato per abbandono di corrispondenza. Rischia fino a un anno di carcere

Quattrocentocinquanta lettere abbandonate in un’area boschiva, dietro una cabina dell’Enel. È quanto hanno trovato nei giorni scorsi gli agenti della polizia locale di Legnano, dietro una cabina dell’elettricità di via Cosimo del Fante (rione Canazza). È stata avviata una indagine al termine della quale, i «ghisa», con l’aiuto dell’ufficio di polizia giudiziaria, sono riusciti a individuare l’autore del gesto.

Si tratta di un italiano di 20 anni, R.M., dipendente di una azienda di recapito posta con sede a Milano. Secondo una ricostruzione — fornita dal Comune di Legnano — il giovane lo scorso 12 novembre doveva recapitare le missive nel rione Canazza, ma ha pensato bene di risparmiare tempo e fatica occultando la corrispondenza in un luogo appartato.

Per giovane è scattato il licenziamento, oltre a una denuncia per abbandono di corrispondenza. Rischia fino a un anno di carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Il primo centro vaccinale dedicato interamente ai lavoratori

  • Coronavirus

    Volo dall'India, cinque positivi alla variante indiana di covid su sei

  • Coronavirus

    E' ufficiale: la Lombardia resta in zona gialla

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento