Legnano Legnano / Corso Sempione

Minaccia per strada la fidanzata con una bottiglia rotta: salvata da una guardia giurata

È successo sul Sempione a Legnano, arrestato un pregiudicato di 30 anni

Aveva una bottiglia rotta in mano e stava inseguendo la sua fidanzata. Avrebbe potuto farle del male, ma una guardia giurata è intervenuta salvando la giovane, una ragazza di 23 anni. Poi i carabinieri hanno arrestato il violento: un cittadino tunisino di 30 anni, pregiudicato. È successo intorno alle 23.50 di martedì sul Sempione a Legnano.

Tutto è iniziato a causa di un litigio, stando a quanto ricostruito finora. I due ragazzi erano usciti insieme e la violenza è scaturita al termine di un diverbio. Quando il trentenne ha infranto la bottiglia e ha iniziato a minacciarla, la 23enne è scappata. Fortunatamente ha incrociato la macchina di una guardia giurata della ferma al semaforo che davanti alla richiesta di aiuto ha aperto la portiera mettendo al sicuro la giovane.

Successivamente sono intervenuti gli uomini del nucleo radiomobile. Davanti ai militari il ragazzo si è rifiutato di consegnare i documenti e per lui sono scattate le manette. In tasca aveva ancora i resti della bottiglia rotta: è stato accusato di resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo d'armi. Nella mattinata di mercoledì è stato giudicato per direttissima dal tribunale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia per strada la fidanzata con una bottiglia rotta: salvata da una guardia giurata
MilanoToday è in caricamento