menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le locomotive oggetto della lettera

Le locomotive oggetto della lettera

Legnano, l'appello al comune dei dipendenti della Franco Tosi: «Salvate le due locomotive»

Alcuni dipendenti dello stabilimento legnanese hanno scritto una lettera aperta al sindaco chiedendogli di salvare le due locomotive messe in vendita dalla storica ditta legnanese

Un appello al Comune per salvare due storiche locomotive della Franco Tosi. Questo è l’oggetto della lettera aperta, indirizzata al primo cittadino Alberto Centianaio, scritta nei giorni scorsi da alcuni dipendenti dello stabilimento di Legnano.

Il fatto. L’amministrazione straordinaria che in questi mesi dirige la ditta legnanese avrebbe inserito le due motrici in un bando per la vendita di materiali, oggetti e macchinari considerati non più funzionanti o obsoleti. La questione ha fatto andare su tutte le furie alcuni dipendenti che hanno preso carta e penna per cercare di salvarle.

Sono «state messe in vendita senza tener conto dell’importante valore storico che esse rappresentano», scrivono i dipendenti in una lettera recapitata alla nostra redazione. «Vogliamo sensibilizzare le autorità locali, le istituzioni e la popolazione di Legnano per far conoscere questa poca sensibilità verso alcuni simboli della nostra città».

I lavoratori si rivolgono al primo cittadino di Legnano, esortandolo a «salvare questi due gioielli che potrebbero abbellire qualsiasi rotatoria o parco della nostra città. Non perdiamo questa occasione».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Il primo centro vaccinale dedicato interamente ai lavoratori

  • Coronavirus

    Volo dall'India, cinque positivi alla variante indiana di covid su sei

  • Coronavirus

    E' ufficiale: la Lombardia resta in zona gialla

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento