LegnanoToday

Latitante ricercato in tutta Italia va a salutare la madre e i due figli: arrestato durante la cena

È successo mercoledì a Canegrate, nel milanese. Arrestato un pregiudicato di 26 anni

Immagine repertorio

È stato arrestato nella serata di mercoledì a Canegrate uno dei latitanti che erano riusciti a sfuggire all'operazione "Tavoletta" messa a segno martedì 20 giugno dai carabinieri di Trento. Si tratta di un ragazzo di 26 anni descritto dagli investigatori come uno "dei principali fiancheggiatori del Capo di una delle tre bande" di spacciatori, si legge in una nota diramata dall'Arma. Secondo quanto trapelato il 26enne avrebbe fornito appoggio logistico a una delle persone arrestate quando quest'ultima si era trasferita nella bergamasca.

L'uomo viveva a Bergamo, ma nella mattinata del 20 giugno, quando sono state eseguite le trentacinque misure cautelari, non è stato trovato nella sua abitazione e, avvisato del trambusto, aveva fatto perdere le proprie tracce. Erano scattate attività di ricerca in tutta Italia, i carabinieri di Legnano, informati, hanno attivato ogni tipo di fonte informativa e passato sotto la lente d'ingrandimento la vita del pregiudicato, noto nell'Altomilanese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari lo hanno stanato nella sua vecchia abitazione, dove era andato a salutare la madre e i suoi due figli. Lì era arrivato dopo aver trascorso una notte in albergo e con ogni probabilità stava per organizzare la sua fuga. I suoi piani hanno iniziato a incrinarsi intorno alle 18 quando è stato visto entrare nella villetta. Le forze dell'ordine hanno accerchiato l'abitazione e dopo due ore di osservazione è scattato il blitz, mentre il 26enne era a cena con la famiglia. Davanti ai carabinieri non ha opposto resistenza, ha preso la sua borsa e ha seguito i militari. Prima di uscire un’ultima richiesta: poter salutare i suoi bambini, lo ha fatto mentre questi dormivano. Dopo le notifiche del provvedimento è stato trasportato alla casa circondariale di Piacenza, su disposizione dell'autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • La provocazione di Cracco in Galleria (Milano): ai suoi clienti solo mezza pizza

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Il maltempo fa paura: "Forti temporali in arrivo, fino a 150mm di acqua in 6 ore" (Poi la grandine)

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Milano: folle fuga dei rapinatori contromano, i poliziotti li prendono a schiaffi e calci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento