rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Legnano

Precisazioni Caf Legnano: Sana El Gosairi non è coinvolta

La vicenda non riguarda il Caf di via della Vittoria 31

In merito alla notizia sul Caf di Legnano coinvolto in un'inchiesta della polizia, per finti matrimoni e permessi di soggiorno, la dottoressa Sana El Gosairi del Caf di via della Vittoria 31, attraverso i legali, precisa di non aver nulla a che fare con la vicenda. Sono state coinvolte, infatti, altre persone. 

"Premesso che la dottoressa Sana El Gosairi da anni si occupa di pratiche di immigrazione e di assistenza fiscale a cittadini italiani e stranieri nel territorio del comune di Legnano e dei paesi limitrofi dove è molto conosciuta; attraverso l’Associazione Jasimine (di cui è Presidente) si è sempre prodigata nel sociale aiutando famiglie italiane e straniere come si potrà facilmente evincere dalle numerose iniziative benefiche intraprese dall’Associazione; rappresenta un esempio di serietà e professionalità al servizio della comunità marocchina ed italiana; la dottoressa El Gosairi non solo è completamente estranea alla vicenda riportata nell’articolo ma rappresenta un fulgido esempio di come i membri della comunità marocchina lavorino nella legalità e con serietà professionale", si legge in una nota dell'ufficio legale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precisazioni Caf Legnano: Sana El Gosairi non è coinvolta

MilanoToday è in caricamento