Legnano Via San Bernardino

Il municipio spegne la musica al Circolone. Stop ai concerti dopo le 22

La decisione a causa di una rilevazione dell'Arpa secondo cui la musica suonata in via San Bernardino supera di 3 decibel il limite previsto. Pioggia di commenti sui social

Un concerto al Circolone (foto Il Circolone/Fb)

Niente musica dopo le 10 di sera al Circolone di Legnano, storico locale della provincia di Milano. Lo ha deciso il primo cittadino Alberto Centinaio con l'ordinanza 165 pubblicata il 2 maggio. Il testo impone «di cessare nelle ore notturne dalle 22 alle 6 l'uso di impianti di diffusione musicale esistenti presso il locale 'Il Circolone' di via San Bernardino 12, nell'ambito di eventi musicali e simili spettacoli o intrattenimenti». Tutto a causa di una rilevazione dell'Arpa (agenzia regionale di protezione per l'ambiente) secondo cui la musica suonata in via San Bernardino supera di 3 decibel il limite previsto.

Per gli abitanti della zona è una vittoria. Per giovani e appassionati di musica è una cocente sconfitta. I primi reclamano il diritto al riposo, i secondi al divertimento. Due realtà in contrasto. E la diatriba va avanti dai primi anni Duemila, quando il «Circolo Fratellanza e Pace» — questo il vero nome del Circolone — stava per compiere esattamente un secolo di vita. E nell'altomilanese Circolone è sinonimo di musica dal vivo: ogni anno vengono organizzate circa sessanta serate. Sempre il venerdì e il sabato.

Nei mesi scorsi i gestori  hanno cercato di venire incontro alle ragioni del vicinato, anche riducendo le attività e gli orari degli spettacoli. Tutto inutile. Concerti sospesi — citiamo l'ordinanza — fino  a quando il locale «non avrà provveduto a mettere in atto idonei accorgimenti e/o sistemi di insonorizzazione in grado di assicurare, in ogni condizione, il rispetto negli insediamenti abitativi viciniori del limite di differenziale di immissione di 3 decibel per il periodo notturno».

Non era il primo provvedimento nei confronti del locale. Il circolo di via San Bernardino  ha dovuto tenere la serranda abbassata a gennaio. Una decisione presa dal municipio dopo un controllo dei ghisa in cui sono state trovate 150 persone nel locale: 80 oltre il limite.

Intanto sui social è scattata la polemica. Sulla pagina Facebook è una pioggia continua di commenti contro l'ordinanza. E qualcuno — all'urlo di #iostoconilcircolone — ha avanzato l'ipotesi di un concerto alle 6 e un minuto del mattino, praticamente dopo il termine del divieto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il municipio spegne la musica al Circolone. Stop ai concerti dopo le 22

MilanoToday è in caricamento