Lunedì, 21 Giugno 2021
Legnano Via Stelvio

Legnano, c'è crisi anche per la droga: torna il "baratto"

Scarpe e un telefono cellulare in cambio di dosi di cocaina. I carabinieri di Legnano arrestato un tunisino. Come clienti, professionisti insospettabili

Dosi di cocaina sequestrate

Da tempo giravano voci che in via Stelvio, a Legnano, ci fosse una fervente attività di spaccio gestita da un cittadino tunisino, così il nucleo operativo dei carabinieri della Compagnia di Legnano, ieri sera, ha organizzato un servizio che ha portato all’arresto dello straniero 22enne. Il giovane, infatti, sarebbe stato visto dagli uomini dell'Arma mentre cedeva tre dosi di cocaina rispettivamente a ben tre acquirenti, tutti legnanesi insospettabili, due dei quali a bordo di biciclette, al fine di evitare possibili controlli.

Uno degli acquirenti avrebbe pagato la dose di stupefacente con un paio di scarpe ginniche, un altro con un telefono cellulare. Il tunisino è stato quindi bloccato e arrestato per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti.

I tre legnanesi sono stati fermati dopo l’acquisto, identificati e segnalati alla prefettura come assuntori. La perquisizione domiciliare a casa dell’arrestato ha permesso di trovare diversi telefoni cellulari, sicuri pagamenti alternativi di sostanza stupefacente, materiale vario per il confezionamento delle dosi di stupefacente ed una dose di hashish.

L’arrestato sarà sottoposto al rito direttissimo in giornata presso la Procura di Milano. I servizi di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti stanno quindi proseguendo senza sosta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legnano, c'è crisi anche per la droga: torna il "baratto"

MilanoToday è in caricamento