Legnano

Emergenza Nord Africa: 64 profughi nel legnanese

Martedì scorso il sindaco Lorenzo Vitali e altri sindaci del legnanese hanno partecipato ad un incontro finalizzato a coordinare le operazioni di accoglienza dei 500 profughi destinati alla provincia milanese

L'emergenza profughi provenienti dal Nord Africa è uno tra i temi più delicati da affrontare. Molte le polemiche suscitate nei mesi scorsi su quanti bisogna accoglierne, dove come e purtroppo anche perchè?Le notizie che ci vengono fornite dal telegiornale non sono rassicuranti. Uomini, donne e bambini che lasciano il loro paese, in guerra, nella speranza di una vita migliore, anche solo di una vita, e molto spesso non riescono a raggiungere le sponde del nostro paese.

Alcuni perdono la vita in viaggio altri sopravvivono. Per questi ultimi che deve scattare l'aiuto da parte nostra da parte dei comuni che li accolgano.

Per questo martedì 2 scorso il sindaco di Legnano Lorenzo Vitali insieme all’Assessore Giovanni Grassi, con altri Sindaci della Provincia di Milano, ha partecipato ad un incontro con il dottor Francesco Russo, in rappresentanza del Prefetto, finalizzato a coordinare le operazioni di accoglienza dei circa 500 profughi provenienti dal nord Africa e destinati al territorio provinciale.

"L’emergenza del Nord Africa chiede la mobilitazione di tutto il territorio nazionale. Siamo disponibili all’accoglienza delle persone che la Prefettura ha destinato al nostro distretto", dichiara il sindaco di Legnano.

Egli, inoltre, ha convocato i rappresentanti delle 11 amministrazioni, cioè i comuni del Piano di Zona (Villa Cortese, San Giorgio su Legnano, Cerro Maggiore, Parabiago, Dairago, Canegrate, Rescaldina, San Vittore Olona, Busto Garolfo, Nerviano) in un incontro urgente in cui si sono concordate le modalità di intervento, finalizzate a individuare le soluzioni più idonee per queste persone e per tutto il territorio.

64 profughi provenienti dal Nord Africa verranno accolte nelle prossime settimane nel legnanese. L’arrivo, scaglionato, si dovrebbe concludere entro la fine del mese di settembre.

All'incontro tra i comuni sono state, inoltre, definite, anche in collaborazione con i soggetti del Terzo Settore, le soluzioni di alloggio più adeguate al fine di garantire le migliori condizioni di vita e, in totale accordo con le disposizioni della Prefettura, assicurando un’adeguata distribuzione sul territorio per evitare aggregazioni concentrate.

"Con l’Ufficio di Piano stiamo affrontando i dettagli operativi di questa vicenda» commenta l’assessore Giovanni Grassi «Insieme al gruppo di lavoro della Prefettura e al Direttore Sociale della ASL dottor Giuseppe Calicchio ci stiamo adoperando per potare a termine il percorso di accoglienza nel modo migliore, a tutela di tutti i cittadini", conclude.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza Nord Africa: 64 profughi nel legnanese

MilanoToday è in caricamento