Legnano

Evade dai domiciliari, finge un malore quando viene scoperto: è la seconda volta 15 giorni

È successo nella notte di mercoledì 28 marzo a Legnano, nei guai un uomo di 42 anni

immagine repertorio

A distanza di due settimane lo ha rifatto: è evaso dagli arresti domiciliari. L'epilogo? Il medesimo: è stato arrestato l'uomo di 42 anni sorpreso dai carabinieri fuori dalla sua abitazione dove era stato ristretto agli arresti domiciliari. È successo a Legnano nella notte tra martedì e mercoledì 28 marzo. E l'episodio precedente era accaduto solo lo scorso 12 marzo quando il pregiudicato, come riportato in una nota diramata da via Guerciotti, era stato sorpreso lontano dalla sua abitazione e, alla vista delle forze dell'ordine, aveva cercato di nascondersi per poi correre verso casa. 

Questa volta i carabinieri di pattuglia sono arrivati, intorno alle 2 di notte, nei pressi dell’abitazione dove stava scontando la misura cautelare dove hanno notato una VollsWagen Golf parcheggiata a bordo strada. Tutti i passeggeri sono stati controllati e l'uomo seduto sui sedili posteriori, che i carabinieri avevano già riconosciuto come il pregiudicato, ha simulato un malore.

I militari hanno spiegato al 42enne che il servizio di pubblico soccorso sarebbe stato a sua disposizione se lo avesse interpellato, mentre gli altri due passeggeri, anch’essi gravati da precedenti penali, non avevano le competenze sanitarie per soccorrerlo al meglio. Successivamente lo hanno accompagnato in caserma dove è stato arrestato nell’attesa del giudizio per direttissima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dai domiciliari, finge un malore quando viene scoperto: è la seconda volta 15 giorni

MilanoToday è in caricamento