Lunedì, 14 Giugno 2021
Legnano

Dulcinea 2011: una manifestazione giusta e dolce

La due giorni di Dulcinea si è conclusa con un successo, molti i golosi e i curiosi accorsi

Castello Visconteo, luogo della manifestazione

La due giorni di Dulcinea si è conclusa con un successo, molti i golosi e i curiosi accorsi. Una manifestazione, promossa da Slow Food di Legnano che ha visto protagonisti molti artigiani del gusto.

"Tre sono le parole di Slow Food: buono, pulito e giusto. Buono per la qualità di ciò che si coltiva; pulito perchè c'è sempre il confronto con il territori e giusto perchè è giusto che ci sia remunerazione a tutti i produttori della filiera. Nel 1989 nasce Slow Food a Legnano e si fa promotrice di questo messaggio.

Molte sono le iniziative che organizziamo sul territorio, oltre a Dulcinea, per esempio a Cerro Maggiore organizziamo "Formaggiore" una manifestazione dedicata ai formaggi di due giorni nel secondo weekend di maggio", spiega Paolo Mauri referente della comunicazione ed eventi Slow Food.

Slow Food coordina il progetto dei presidi Slow Food, che in Italia sono 193 che affermano dei valori fondamentali: la tutela della biodiversità, dei saperi produttivi tradizionali e dei territori, che oggi si uniscono all'impegno a stimolare nei produttori l'adozione di pratiche produttive sostenibili, pulite, e a sviluppare anche un approccio etico (giusto) al mercato.

"Sono un aiuto ai produttori proprio perchè molti prodotti non sono conosciuti e per fare la filiera corta senza troppi intermediari", prosegue.

Facendo un giro tra le bancarelle, senza cadere troppo nella tentazione di assaggiare tutte le leccornie esposte, incontriamo Daniela Storoni di Urbino che ha creato un marchio "Rinascimento a tavola" che si caratterizza per una linea di prodotti di eccellenza ispirati al concetto di "perfezione" del Rinascimento italiano.

"Il mio marchio nasce dalle ricerche dei ricettari del '500 e determinate ricette vengono "tradotte" con mateie prime d'eccellenza: farine macinate a pietra, zucchero di canna...I nomi sono quelli originali. Per me ogni biscotto ha la sua storia e il nostro marchio si pone in equilibrio tra moderno e antico", spiega.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dulcinea 2011: una manifestazione giusta e dolce

MilanoToday è in caricamento