rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Legnano Legnano / Via Pasteur

Legnano, incendiata la targa a Peppino Impastato la notte prima dell'inaugurazione

L'atto vandalico nella notte del 6 maggio: a fuoco il telo che la copriva

Atto vandalico, nella notte tra il 5 e il 6 maggio, contro una targa commemorativa intitolata a Peppino Impastato.

E' successo a Legnano: qualcuno ha dato fuoco al telo che copriva la targa, in attesa dell'inaugurazione prevista per sabato 6 maggio, nel giardinetto di via Pasteur. La cerimonia si è comunque tenuta: la targa è stata infatti restaurata fin dalle prime ore dell'alba, quando si è scoperto il misfatto.

Sulla vicenda indagano i carabinieri di Legnano. Peppino Impastato è stato assassinato a Cinisi, in Sicilia, nel 1978. Aveva trent'anni. Giornalista e attivista politico (era iscritto a Democrazia Proletaria), dai microfoni di Radio Aut denunciò le attività mafiose nel Palermitano, soprattutto ad opera di Gaetano Badalamenti. Venne quindi assassinato dalla mafia il 9 maggio 1978. E' un simbolo della lotta alla criminalità organizzata in Italia. 

"Sono arrabbiato per questa azione vandalica, anche se, alla fine, quanto successo attribuisce un significato ancora più forte alla dedicazione del giardino alla storia, alla figura, all'esempio di Impastato", ha affermato il sindaco di Legnano Alberto Centinaio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legnano, incendiata la targa a Peppino Impastato la notte prima dell'inaugurazione

MilanoToday è in caricamento