LegnanoToday

GdF, scoperta frode da 10 milioni nel settore edile

La Guardia di Finanza di Legnano ha scoperto un giro di fatture da 10 milioni di euro nel settore edile. 11 i milioni di euro evasi in Iva. 15 le persone denunciate, tra le altre cose, per false fatture e distruzione di documenti

La Guardia di Finanza di Legnano è riuscita a ricostruire e portare alla luce una frode da 10 milioni di euro portata avanti da due imprese edili con la complicità di altre sparse in tutto il Nord Italia.

Le aziende sottoposte a controllo sono state circa 50 e 11 milioni di euro di Iva evasi scoperti oltre alla creazione di crediti di imposta utilizzati per compensare Ires, Irap, Irpef e contributi Inps e Inail per i dipendenti. Questi ultimi però risultano non essere mai stati versati.

Il sistema fraudolento scoperto dalla Guardia di Finanza si basava principalmente su fatture false che hanno portato all’evasione di circa 11 milioni di euro:  lo scopo era rendere invisibile all’Erario coloro che eseguivano prestazioni edili, mentre il fornitori erano evasori totali.

Quindici le persone denunciate per emissioni di fatture false, omessa dichiarazione, distruzione di documenti contabili, indebita compensazione e falso in certificati amministrativi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Coronavirus, fa paura la variante brasiliana del covid, Galli: "È una cosa pesante purtroppo"

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio: "Non è punizione". Le regole

Torna su
MilanoToday è in caricamento